Milano, Cassina, uffici e smartworking

Smart Working e Produttività

date_range14 Novembre 2019 ore 9 – 14

location_onAuditorium De’ Pecchi c/o "The Pecchi", Via Roma 108, Cassina De' Pecchi (MI)



ISCRIVITI

‘Smart working’ è un concetto ormai diffuso anche se con l’aggettivo smart indichiamo tutto ciò che è stato investito da un processo di innovazione: smart fabric, smart organization, smart home, smart city e così via.

  • Quando etichettiamo il lavoro come smart?
  • Che forma è destinata a prendere l’organizzazione all’interno della quale le persone lavorano con questa modalità?
  • È sufficiente svincolare la prestazione dal luogo classicamente definito “di lavoro” per dire che lavoriamo smart?
  • Quali sono gli strumenti necessari?
  • Quali i percorsi formativi necessari a favorire il cambiamento?

È da qui che parte la nostra riflessione sull’evoluzione del modo di concepire il lavoro e, in particolare, individuare quelle caratteristiche dello smart working che hanno impatto sulla produttività. Il concetto di ‘Bring your own device’ ha portato un cambio di paradigma: dove c’è un computer, o uno smartphone, lì c’è un posto di lavoro. La prestazione si svincola dal perimetro aziendale, la scrivania dell’ufficio non è più l’unico luogo garante della produttività. Il lavoro smart diventa un lavoro per obiettivi, che si può concretizzare quando il management imposta un modello di leadership basato sulla responsabilizzazione e non sul controllo.

Avviare un percorso di smart working significa impostare un processo di change management dove l’organizzazione rifonda con le proprie persone un patto basato sulla fiducia e dove anche lo spazio fisico gioca un ruolo importante: viene progettato e trasformato perché alimenti creatività, favorisca lo scambio di conoscenze, sia diffuso sul territorio e così consenta alle persone di ottimizzare tempi di lavoro e tempi di vita.

Attenzione però ad alcuni vincoli: smart working non significa lavorare ovunque, i luoghi di lavoro devono essere adeguati e garantire, ad esempio, la riservatezza delle informazioni e la tecnologia deve aiutare a garantire la sicurezza dei dati.

Lo smart working rappresenta, oggi, una vera e propria sfida organizzativa che mira anche (ma non solo) a ridurre assenteismo, richieste di ferie e permessi grazie a un maggiore engagement delle risorse e di conseguenza a un miglioramento dell’efficienza complessiva.

La posta in gioco è una gestione più matura delle relazioni tra l’azienda e le proprie persone, con un’importante impatto sul produttività e sulla competitività.

PROGRAMMA

9.00

Accredito partecipanti

9.30

Benvenuto e apertura dei lavori

Chiara Lupi, Direttore editoriale - ESTE

Nicoletta Verde, Fund Manager - INVESTIRE SGR

9.40

Smart Working e produttività: come impostare un percorso di change management efficace

10.10

Intervento a cura di Giovanni Bevilacqua, Head of Smart Working, Energy & Innovation - UNICREDIT

10.35

SMART WORKING: una maggior flessibilità per una maggior produttività.

Da sempre in Copan, siamo convinti che sia possibile ottenere un maggior coinvolgimento delle persone in azienda accordando loro una maggiore flessibilità che deve passare attraverso lo spazio ed il tempo. Appare, quindi, molto chiaro come il tema della fiducia - che consente al lavoratore di conseguire in autonomia gli obiettivi che gli vengono assegnati - e della responsabilizzazione dei collaboratori diventi molto importante.

Oltre a questi temi, per sostenere lo Smart Working, ve ne sono altri più pratici: un collaboratore che non è costretto a passare ore in macchina per gli spostamenti casa-lavoro, che riesce a gestire meglio ed in modo più efficace le incombenze personali e familiari, che non viene continuamente interrotto da colleghi, è sicuramente un collaboratore più produttivo ed efficiente.

E’ sempre più evidente come le persone oggi non vengano più valutate, e quindi retribuite, per il tempo in cui sono in azienda, ma per il valore aggiunto che esse possono apportare all’organizzazione aziendale.

Nell’ambito di questo nuovo presupposto crediamo che lo Smart Working riesca a presentarsi come un ottimo strumento che possa davvero fare leva sul rendimento delle prestazioni delle persone in azienda.

Marta Piccini,Human Resources - COPAN ITALIA

11.00

Intervento a cura di Gianluca Tordi, HR Director Italy e Greece - COTY

11.25

Coffee Break

11.45

Intervento a cura di Andrea Marchioro, HR Director - MITSUBISHI ELECTRIC HYDRONICS & IT COOLING SYSTEMS SpA

12.10

Tavola Rotonda “Tecnologie, luoghi, competenze: il luogo di lavoro impatta sulla produttività?”
  • Marta Piccini, Human Resources - COPAN ITALIA
  • Modera: Chiara Lupi, direttore editoriale - ESTE

13.15

Chiusura dei lavori e Buffet Lunch


Marta Piccini

Human Resources
Copan Italia

leggi di piu


ANDREA MARCHIORO

HR Director
MITSUBISHI ELECTRIC HYDRONICS & IT COOLING SYSTEMS

leggi di piu


GIOVANNI BEVILACQUA

Head of Smart Working, Energy & Innovation
UNICREDIT

leggi di piu


GIOVANNI PICCIRILLO

Responsabile Relazioni Industriali e Normativa del Lavoro
ERICSSON ITALIA

leggi di piu


GIUSEPPE SCARATTI

Professore straordinario - Facoltà di Economia
UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE

leggi di piu


NICOLETTA VERDE

Fund Manager
INVESTIRE SGR

leggi di piu


Gianluca Tordi

HR Director Italy e Greece
COTY

leggi di piu
Organizzato da:
In collaborazione con:
Con il patrocinio di:

Soli 5 minuti dalla fermata Cassina de’ Pecchi della Linea 2 (verde) della Metropolitana di Milano e 10 minuti dalla stazione ferroviaria di Pioltello.

logo di pegasus
logo di investire
logo di CBRE

Genesi Communication Design Snc T. (+39) 02 45475197 | Via G. Meda 7, Milano - 20136 | P. Iva IT06294650962