Milano, Cassina, uffici e smartworking

La rivoluzione gentile

Perché il mondo del lavoro ha bisogno delle donne.

date_range09 maggio 2019

location_onCassina de’ Pecchi, via Roma 108



Scarica i Materiali del Convegno

La percentuale di donne che lavorano in Italia raggiunge il 49%, siamo penultimi in classifica prima della Grecia e lontani dalla media dei 28 paesi Europei che si aggira intorno al 60%. Il lavoro è uno dei grandi problemi del nostro Paese ma quando accanto ci associamo l’aggettivo ‘femminile’ la gravità aumenta a dismisura: le opportunità non sono pari, le attività di cura ricadono ancora pesantemente sulle donne, le donne sono pagate di meno, e quindi il lavoro è difficilmente si concilia con le richieste di accudimento di genitori anziani o dei figli piccoli.

Ancora oggi la maternità è vissuta dalle aziende come un problema, nonostante sia dimostrato quanto avere un bimbo rappresenti per una donna un moltiplicatore di skill soft, oggi molto ricercate, nei knowledge workers e non solo. Portare nelle organizzazioni un modello di leadership che punti alla responsabilizzazione più che al controllo è un passaggio culturale faticoso e, in questo percorso, lo smart working torna ad essere uno strumento per agevolare il quotidiano delle persone al lavoro, comprese le donne.

Le donne da sempre disponibili ad accogliere innovazioni, organizzative e tecnologiche e possono portare in azienda uno sguardo discontinuo, differente rispetto ai modelli di leadership consolidati che nel mondo VUCA evidenziano tutta la loro fragilità. È essenziale però, in una logica di sostegno al lavoro femminile che anche le retribuzioni siano eque: contrastare il pay gap diventa quindi uno strumento essenziale per dar valore a un bagaglio di competenze essenziali per la crescita e lo sviluppo delle imprese. Per lo sviluppo e la crescita delle nostre imprese è necessario incidere sul nostro impianto culturale. Siamo pronti per invertire la rotta?

L’incontro sarà l’occasione per approfondire i seguenti temi

  • stato dell’occupazione femminile in Italia
  • importanza del sostegno alle carriere femminili
  • importanze di sostenere nuovi modelli di leadership
  • donne e innovazione: storie da cui prendere esempio

PROGRAMMA

9.00

Accredito partecipanti

9.30

Benvenuto e apertura dei lavori

Chiara Lupi, Direttore editoriale - ESTE

Cinzia Lorusso, fund coordinator - Fondo Pegasus gestito da InvestiRE Sgr Spa

Avv. Alberto Rossi, presidente - LIONS - Club Cassina de’ Pecchi-Naviglio Martesana

9.35

Donna e Leader

Possiamo diventare le leader che vogliamo essere. Partiamo dai cambiamenti culturali in corso e dai cambiamenti che stanno avvenendo nella società e nelle aziende. Nuovi stili di vita si stanno affermando, dovuti alla innovazione tecnologica. La leadership della donna però non viaggia alla stessa velocità.

Perché parliamo di leadership, anzi di potere? Il corso della storia dell’umanità è stato contrassegnato dalle lotte per il potere, che è sempre stato maschile. Il cambiamento che nasce dalla società implica azioni a livello di potere. Quindi il punto è: perché le donne dovrebbero impegnarsi per conquistare posizioni di potere nella società e nel mondo del lavoro? Con quali modalità esercitarlo e che uso farne?

Con cosa devono fare i conti le donne, quali i limiti propri e nella interazione con gli altri?

Le aziende oggi devono affrontare 8 nuovi trends economici e gestionali, che richiedono un nuovo modello di leadership.

10 comportamenti da Leader su cui noi donne dovremmo riflettere.

Cristina Melchiorri, Imprenditrice, manager e performance coach

10.00

Le Donne nella Scienza: una rivoluzione gentile, storica e culturale

Fino a pochi decenni fa la ricerca scientifica è stata soprattutto un dominio maschile. Nel mondo antico ricordiamo solo la matematica e astronoma Ipazia. Nel medioevo incontriamo la naturalista Ildegarda di Bingen. Qualcosa di più emerge con l’Illuminismo: Emilie du Chatelet e Maria Gaetana Agnesi, Carolina Herschel ma spesso queste donne hanno lavorato nell’ombra dei loro compagni. Le eccezioni sono così poche da essere citate nell’Ottocento: Ada Byron Lovelace, fondatrice della programmazione informatica ed Henrietta Swan Leavitt, che scoprì come misurare le distanze cosmiche, ma morì ignorata da tutti. Anche la presenza di Marie Curie nei laboratori era all’epoca considerata una anomalia. Emblematico il fatto che mezzo secolo fa le donne non avessero accesso al telescopio di Monte Palomar.

Oggi è tutto cambiato. La parità, non solo di opportunità concesse, ma anche numerica tra scienziati e scienziate è ormai vicina in molti settori disciplinari e in alcuni casi anche superata a favore delle donne. Analizzeremo qualche dato AIRC e di settore commentando alcune best practices vicine all’esperienza della nostra Fondazione.

Riccarda Zezza, CEO - MAAM by Life Based Value

10.25

La valorizzazione delle donne e il "Women's Network" in CBRE Italy

In CBRE, il tema del gender balance è affrontato da tempo e ha portato nel 2005 alla creazione del Women’s Network UK, poi estesosi agli altri Paesi, con l’obiettivo di garantire alle donne le stesse opportunità di carriera degli uomini. L’Italia ha sposato la causa con l’istituzione nel 2016 del Women’s Network Italy; un team tutto al femminile dedicato all’organizzazione e alla promozione di iniziative rivolte a tutti dipendenti, al fine di rendere CBRE un ambiente di lavoro sempre più gratificante per ciascun dipendente, non solo per la sua componente femminile. Nel corso degli ultimi anni le iniziative del Women’s Network Italy sono state particolarmente numerose e hanno coinvolto, con feedback estremamente positivo, anche i clienti. Quest’anno è previsto un programma particolarmente ricco.


Stefania Campagna,Senior Director, Head of Advisory & Transaction Services Office - Milan - CBRE Italy

11.15

Coffee Break

11.35

Il ruolo delle associazioni nell’empowerment delle donne. La forza del gruppo per la consapevolezza delle singole.

Il Real Estate rappresenta uno dei settori storici e di maggiore importanza economico-sociale del Paese, dove le donne sono oggi presenti con numeri importanti come libere professioniste, consulenti, dirigenti di azienda, imprenditrici. Sono portatrici di una formazione eccellente e di professionalità importanti, capaci e concrete sono spesso centrali nei processi decisionali e operativi, ma sono ancora poco presenti nei ruoli apicali. AREL - Associazione Real Estate Ladies - nata nel 2006, rappresenta oggi circa 260 associate e raccoglie trasversalmente tutte le professionalità coinvolte nella filiera immobiliare. L’Associazione rappresenta uno spazio in cui le professioniste e le manager che operano nel settore possano confrontarsi, condividere e approfondire le rispettive esperienze costituendo un osservatorio unico, una piattaforma di scambio e integrazione di competenze che contribuisce concretamente ed autorevolmente allo sviluppo della professionalità e dell’innovazione del mercato immobiliare.

Claudia Scarcella, Consiglio Direttivo - AREL Associazione Real Estate Ladies

12.00

Che cosa centrano le donne con il potere?

Il modo in cui le donne possono (e devono?) cambiare la definizione stessa di potere è inscritto nella storia della specie umana. Con un paradigma, quello della cura degli altri, che integra e arricchisce quello del "gioco a somma zero" oggi prevalente nell'economia e nella politica. Come possiamo farlo e perché è urgente.

Riccarda Zezza, CEO - MAAM by Life Based Value

12.25

TAVOLA ROTONDA "Lavoro femminile e sostenibilità del sistema economico" e dibattito con il pubblico
  • Chiara Barazzetta, Ricercatrice - PERCORSI DI SECONDO WELFARE e autrice del libro "Genitori al lavoro. Il lavoro dei Genitori"
  • Riccarda Zezza, CEO - MAAM by Life Based Value
  • Enrico Gambardella, HR Director - AVIVA, HR Director - AVIVA

Modera Chiara Lupi, Direttore Editoriale - ESTE

13.15

Chiusura dei lavori e Buffet Lunch

Dalla mattina ore 8.30 sarà presente un punto screening gratuito in collaborazione con Lions Cassina de’ Pecchi e un bacchetto AIRC per la raccolta fondi "L'azalea per la ricerca"


Elena Barazzetta

Ricercatrice
PERCORSI DI SECONDO WELFARE

leggi di piu


Stefania Campagna

Senior Director, Head of Advisory & Transaction Services Office | Milan
CBRE Italy

leggi di piu


Enrico Gambardella

HR Director
AVIVA

leggi di piu


Federica Gargiulo

Senior unità partnership e new business 

AIRC – Fondazione per la Ricerca sul Cancro

leggi di piu


Cristina Melchiorri

Imprenditrice, manager e performance coache

leggi di piu


Alessandra Origo

Responsabile Risorse Umane
Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro

leggi di piu


Claudia Scarcella

Consiglio Direttivo
AREL - Associazione Real Estate Ladies

leggi di piu


Riccarda Zezza

Co-founder e Ceo
MAAM Life Based Value

leggi di piu
Organizzato da:
In collaborazione con:
Con il patrocinio di:

logo di pegasus
logo di investire
logo di CBRE

Genesi Communication Design Snc T. (+39) 02 45475197 | Via G. Meda 7, Milano - 20136 | P. Iva IT06294650962