LA RIVOLUZIONE GENTILE Perché il mondo del lavoro ha bisogno delle donne.

09 Maggio 2019 
Cassina de’ Pecchi, via Roma 108

 

La percentuale di donne che lavorano in Italia raggiunge il 49%.

Le opportunità non sono pari, le attività di cura ricadono ancora pesantemente sulle donne, le donne sono pagate di meno, e quindi il lavoro è difficilmente si concilia con le richieste di accudimento di genitori anziani o dei figli piccoli.

Ancora oggi la maternità è vissuta dalle aziende come un problema, nonostante sia dimostrato quanto avere un bimbo rappresenti per una donna un moltiplicatore di skill soft, oggi molto ricercate, nei knowledge workers e non solo.

Lo smart working torna ad essere uno strumento per agevolare il quotidiano delle persone al lavoro, comprese le donne.

Contrastare il pay gap diventa quindi uno strumento essenziale per dar valore a un bagaglio di competenze essenziali per la crescita e lo sviluppo delle imprese.

Per lo sviluppo e la crescita delle nostre imprese è necessario incidere sul nostro impianto culturale. Siamo pronti per invertire la rotta?

Relatori:

Elena Barazzetta: Ricercatrice PERCORSI DI SECONDO WELFARE

Stefania Campagna: Senior Director, Head of Advisory & Transaction Services Office | Milan CBRE Italy

Enrico Gambardella: HR Director AVIVA

Federica Gargiulo: Senior unità partnership e new business
AIRC – Fondazione per la Ricerca sul Cancro

Cristina Melchiorri: Imprenditrice, manager e performance coache

Alessandra Origo: Responsabile Risorse Umane Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro

Claudia Scarcella: Consiglio Direttivo AREL – Associazione Real Estate Ladies

Riccarda Zezza: Co-founder e Ceo MAAM Life Based Value